L'inizio della nostra avventura scolastica:

"Una volta Ges¨ stava camminando con la folla che lo assiepava lungo una strada di Gerusalemme e ad un certo punto "il capo della mafia" Zaccheo voleva vederlo. Allora Ŕ salito su una pianta per poterlo rintracciare con lo sguardo in mezzo alla gente. La folla s'avvicina e lui guarda curioso e incomincia a vederlo. Provate a pensare che cosa successe quando ad un certo punto Ges¨ si ferma vicino alla pianta, guarda a lui e dice: "Zaccheo, io ti stimo. Vengo a casa tua". Quello, che era abituato a sentirsi il capostipite della delinquenza sociale, un essere da evitare, scende di corsa, va a casa sua e quando Cristo entra dice: "Tutto quello che ho preso lo do indietro, e metÓ dei miei averi li do ai poveri". L'attenzione di Zaccheo era una pura curiositÓ, eppure in questa brevissima fessura, Cristo ha fatto penetrare prima il suo sguardo e poi
la sua parola e il suo invito.


- Luigi Giussani -