ATTIVITA' INTEGRATIVE
- Incontri con persone o esperienze particolarmente significative dal punto di vista religioso (es.: missionari) e culturale (es.: genitori, in genere, che più approfonditamente raccontano del proprio lavoro, illustrano un particolare esperimento, una particolare epoca storica, artistica, politica ecc.)
-Uscite scolastiche di alcune ore alla scoperta del territorio livornese:
-le mostre
-Le gite scolastiche di un giorno o più giorni
-Eventuali Vacanze estive di alcuni giorni proposte alla classe 5°
-
OPEN DAY: una giornata in cui, nell'ambito dell'attività didattica, la scuola è aperta a genitori e amici

ATTIVITA' FLESSIBILI
Nella classe, con la presenza del coordinatore o di altri insegnanti, vengono organizzate durante la settimana momenti di classi aperte o attività di recupero, o di approfondimento per gruppo, per permettere a ciascuno di dare il meglio di sé, superando i propri limiti, valorizzando le proprie particolari capacità.
Questo è possibile in un gruppo più piccolo e con la presenza di più insegnanti.

ATTIVITA' EXTRACURRICULARI
- PRESCUOLA: Al mattino dalle ore 7.30 alle ore 8.10 accoglienza Responsabile: un incaricato della Fondazione.
-DOPOSCUOLA: dalle ore 14.00 alle 16.00 mensa e svolgimento di compiti e lezioni
-Responsabili: diversi insegnanti
-CANTO CORALE: per tutte le classi: in un giorno della settimana con orario da concordare.
-E' un'esperienza di educazione dell'orecchio e della voce, per gustare di più la musica e per diventare capaci di seguire.
-Il coretto della scuola rende più vivi i momenti insieme, accompagna i momenti liturgici e sostiene le feste dell'anno
-Responsabile: un insegnante o altro personale della scuola indicato al Gestore
-TEATRO: Per tutte le classi: in orari da concordare.
-E' un'esperienza di educazione alla drammatizzazione della realtà, di immedesimazione in persone e cose in modo da conoscere al meglio ciò che si Incontra.
-Le rappresentazioni teatrali (Natale e fine anno scolastico) sono finalizzate a mettere in scena quanto si è imparato nel corso dell'anno

LE DISCIPLINE
Il ragazzo cresce armonicamente se sviluppa tutto se stesso:
                                                                                                     Mente, Cuore, Corpo
Oggetto dell'insegnamento non è la disciplina, ma la REALTA', che è UNA
Da qui deriva l'unitarietà del sapere elementare, che si svolge attraverso diversi modi di aprirsi al reale (diverse aperture della ragione).
Come ogni uomo, il bambino, nella misura in cui sta bene, impara naturalmente, vivendo. Vivere è crescere e crescere è imparare.
Questo, che è vero per ogni essere umano, nel bambino avviene in forma più ricca e pura. Per lui infatti il rapporto con gli altri e con le cose è fonte ineliminabile di arricchimento, di scoperta, di gioia di vivere e di voglia di comunicare.
Ad un certo punto della crescita l'apprendimento istintivo naturale, spontaneo, non basta più. Questo punto coincide con l'ingresso del bambino nella scuola.
Noi chiamiamo studio l'applicazione all'apprendimento insegnato (non più istintivo) di discipline diverse.

CALENDARIO SCUOLA PRIMARIA
Visto il calendario deliberato dalla Giunta Regionale per il prossimo anno scolastico, che stabilisce l'inizio delle lezioni Mercoledý 15 Settembre 2010, e tenuto conto dell'autonomia scolastica e del parere dei docenti, si stabilisce la sospensione delle lezioni nei seguenti giorni:
30 NOVEMBRE (Festa della Toscana)
Lunedý 1 Novembre (Tutti i Santi)
Mercoledý 8 DICEMBRE (Festa dell'Immacolata)
Giovedý 23 DICEMBRE con rientro Lunedý 10 GENNAIO 2011 (Vacanze Natalizie): Vacanze Natalizie
Lunedý 7 e Martedý 8 Marzo(Carnevale)
Giovedý 14 Marzo(Festa dell'UnitÓ d'Italia)
Giovedý 21 APRILE con rientro Giovedý 28 APRILE (Vacanze Pasquali)
Giovedý 2 GIUGNO (Festa della Repubblica)
11 GIUGNO Termine delle lezioni dell'Anno Scolastico 2010-2011 - (Scuola Primaria)